Le spiagge vicino a San Gregorio

Potrebbe anche capitare che, nonostante si sia scelta per la propria vacanza la piccola marina di Patù, Torre San Gregorio, proprio per il panorama di scogliere e di rocce che si aprono davanti al mare, ogni tanto, nel corso della propria permanenza in questo solitario e piacevole paradiso del sud del Salento si sia presi dalla voglia di concedersi qualche giornata su una piacevole distesa di sabbia.

Niente di più semplice perchè da Torre San Gregorio con pochi chilometri di automobile o di bus si possono raggiungere diverse destinazioni tra le più apprezzate proprio per le grandi distese di sabbia.

marepescoluse_04Da Torre San Gregorio si può infatti percorrere le strade che portano verso il nord della costa ionica del Salento, e presto si cominceranno ad intravedere le prime spiagge. In assoluto la prima che si incontra è la spiaggia di Marina di Torre Vado, appena attraversato il paese, che si congiunge direttamente con Pescoluse, una delle marine di Salve.

Qui a Pescoluse la spiaggia potrebbe già essere in grado di soddisfare tutti i possibili desideri: 8 chilometri ininterrotti di sabbia bianca e dorata, separata dall’entroterra da una candida distesa di dune sulle quali fanno capolino i profumati arbusti della macchia mediterranea.

Si può scegliere se fermarsi proprio a ridosso del paese se si preferisce un tratto di spiaggia attrezzato con tutte le comodità, dalle sdraio agli ombrelloni al noleggio di diverse attrezzature sportive. Si può invece scegliere di inoltrarsi lontani dal paese per trovare tratti di spiaggia solitaria dove godersi il mare in pace e relax.

Subito dopo Pescoluse si trova Torre Pali, altra splendida località per chi adora le spiagge, e dopo un tratto nuovamente roccioso si approda a Lido Marini, che tra le marine di Salve è sicuramente quella di maggior richiamo mondano e turistico. Più in là si trovano le splendide spiagge che circondano la stupenda Gallipoli.

Sulla costa adriatica invece di spiagge non ce ne sono e non di molto piccole ed incastonate tra le rocce, come a Porto Badisco, ma se si ha voglia di percorrere qualche chilometro in più verso il nord della costa, una volta passata Otranto si arriva alle spiagge dei Laghi Alimini: una volta lì non si rimpiangeranno certo i chilometri spesi per raggiungerle.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *